Separazione e divorzio con negoziazione assistita dagli avvocati

  • Servizio attivo

Servizio del comune di Castelleone relativo a: Separazione e divorzio con negoziazione assistita dagli avvocati


A chi è rivolto

Informazione non disponibile

Descrizione

Con l'entrata in vigore del decreto legge 132/2014 i coniugi possono decidere di sciogliere il loro vincolo matrimoniale di fronte ad un avvocato per parte: quindi per ottenere il divorzio o la separazione personale, se sussistono determinate condizioni, non occorre più recarsi in tribunale ma è possibile avvalersi di una procedura di negoziazione assistita che consiste essenzialmente nella sottoscrizione di un accordo davanti agli avvocati. Condizione essenziale affinché i coniugi possano scegliere la convenzione di negoziazione assistita è che marito e moglie siano d'accordo, quindi addivengano ad una soluzione consensuale. In particolare la negoziazione assistita da un avvocato per parte può essere conclusa tra i coniugi al fine di raggiungere una soluzione consensuale di: separazione personale; cessazione degli effetti civili del matrimonio (in caso di matrimonio religioso); scioglimento del matrimonio (in caso di matrimonio civile); modifica delle condizioni di separazione o di divorzio. Gli avvocati dovranno redigere un accordo che sancisca e regolamenti la separazione o il divorzio, che dovrà essere sottoscritto dai coniugi. Ne trasmetteranno poi copia autenticata al Procuratore della Repubblica, il quale rilascerà un Nulla Osta oppure un'autorizzazione (in presenza di figli minori o figli portatori di handicap gravi o incapaci). Gli avvocati trasmetteranno la convenzione di negoziazione entro dieci giorni dal ricevimento del nulla osta o autorizzazione del Procuratore, al Comune in cui il matrimonio è stato trascritto (in caso di matrimonio religioso) o iscritto (in caso di matrimonio civile).

Come fare

I coniugi devono rivolgersi direttamente ad un avvocato per parte e raggiungere l'accordo di separazione o divorzio. Gli avvocati provvederanno poi ad inoltrare l'accordo all'Ufficio di Stato Civile del Comune in cui è stato celebrato il matrimonio.

Cosa serve

Si consiglia di richiedere direttamente agli avvocati la documentazione richiesta perché procedano alla redazione dell'accordo. NOTA PER GLI AVVOCATI Alla trasmissione della convenzione di negoziazione assistita all'Ufficiale di Stato Civile competente, come specificato dal Ministero dell'Interno, è sufficiente che provveda uno soltanto degli avvocati che abbia assistito uno dei coniugi. Ricevuta la convenzione di negoziazione assistita, l'ufficiale di stato civile dovrà trascriverla nei registri di stato civile e procedere con le annotazioni sull'atto di matrimonio e di nascita, ne darà inoltre comunicazione all'ufficio anagrafe.

  • Informazione non disponibile

Cosa si ottiene

Accesso al servizio

Procedure legate all'esito

Informazione non disponibile

Tempi e scadenze

Informazione non disponibile

Accedi al servizio

Contatta l'ufficio per maggiori informazioni:

Uffici che erogano il servizio

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Unità organizzativa responsabile

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri
Salta al contenuto principale