Convivenza di fatto

  • Servizio attivo

Servizio del comune di Castelleone riguardante la convivenza di fatto


A chi è rivolto

E' possibile rivolgersi al Comune di Castelleone per la costituzione della convivenza di fatto solo nel caso di cittadini residenti o comunque contestualmente alla dichiarazione di residenza nel Comune di Castelleone.

Descrizione

Può essere costituita tra due persone maggiorenni (sia di sesso diverso che uguale) unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale. La convivenza di fatto si costituisce con una dichiarazione anagrafica resa congiuntamente e contemporaneamente all'Ufficiale d'Anagrafe da entrambi i componenti della coppia. LA REGISTRAZIONE DELLA CONVIVENZA DI FATTO Al fine di costituire una convivenza di fatto, due persone maggiorenni (sia di sesso diverso che dello stesso sesso) fanno richiesta all'ufficiale d'Anagrafe del Comune di residenza. Requisiti richiesti maggiore età; sesso opposto o sesso uguale; assenza di vincoli di parentela, affinità o adozione; stato libero, ovvero celibe/nubile, divorziato/divorziata, vedovo/vedova; coabitazione; iscrizione nel medesimo stato di famiglia. Modalità di presentazione della richiesta La dichiarazione può essere resa presso lo Sportello Servizi demografici, sia da parte di cittadini già residenti nel Comune, sia per i nuovi residenti contestualmente alla dichiarazione di residenza. Il modello di dichiarazione può anche essere inoltrato in alternativa a mezzo pec (all'indirizzo comune.castelleone@pec.regione.lombardia.it ) a mezzo posta elettronica ordinaria (demografici@comune.castelleone.cr.it ) o per posta raccomandata.

Come fare

È necessario rivolgersi allo Sportello Servizi demografici e sottoscrivere il modello di richiesta. Ai fini della costituzione della convivenza di fatto è necessario che tra i due richiedenti vi sia coabitazione, pertanto, nel caso di cittadini già residenti nel Comune di Castelleone è necessario che siano già iscritti nel medesimo stato di famiglia. La dichiarazione di costituzione della convivenza può essere resa anche contestualmente alla dichiarazione di residenza di uno o di entrambi i componenti della convivenza di fatto. Casi particolari IL CONTRATTO DI CONVIVENZA I conviventi di fatto , in via facoltativa, possono disciplinare i rapporti patrimoniali relativi alla loro vita in comune con la sottoscrizione di un contratto di convivenza, da redigere in forma scritta con atto pubblico o scrittura privata con sottoscrizione autenticata da un notaio o da un avvocato. Sarà onere del professionista trasmettere copia del contratto di convivenza al comune di residenza per la registrazione nell'anagrafe e la conseguente opponibilità ai terzi.

Cosa serve

Per accedere al servizio servono:

  • documento di identità delle parti in caso di cittadini non italiani,
  • attestazione consolare relativa alla insussistenza dei vincoli di parentela, affinità, adozione, matrimonio, unione civile

Cosa si ottiene

Al termine della procedura si otterrà l'accesso al servizio

Procedure legate all'esito

Informazione non specificata

Tempi e scadenze

Informazione non specificata

Quanto costa

GRATUITO

Accedi al servizio

Contatta l'ufficio per maggiori informazioni:

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Unità organizzativa responsabile

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri
Salta al contenuto principale